Rovello Porro-Hydrotherm Busto Arsizio 76-74 (16-17; 37-36; 49-53)
ROVELLO: Tomaselli ne, Mascheroni 2, Lanzi 28, Castelli 2, Romei L.A. ne, Barbisan 18, Bosa 7, Martinoni ne, Terraneo 6, Pessina 13, Orsi ne, Villa. All. Cilio. 
HYDROTHERM: Arui 15, Azzimonti 10, Borsani 11, Preatoni 16, Portaluppi 17, Ramazzina 1, Marghella 2, Ferrario 2, Badalotti ne, Crespi ne. All. Nava. 

ROVELLO PORRO – Quarta sconfitta in trasferta per l’Hydrotherm, questa volta in quel di Rovello Porro. Senza capitan Gambaro, out per motivi di lavoro, poco assistita dal tiro da fuori (5/28 generale) e invece spesso trafitta dall’arco (12 triple a segno per i padroni di casa), Busto sciupa anche 10 punti di vantaggio (22-32 al 17′) e il buon finale di terzo quarto (49-53 al 30′). Un match, quello che apriva il dodicesimo turno di campionato, molto umorale, caratterizzato da ben venti cambi al vertice tra le due squadre. 

Ferrario e Portaluppi in quintetto contemporaneamente oltre ai soliti Arui, Azzimonti e Preatoni. Proprio quest’ultimo apre la gara con una tripla, ma è la squadra di coach Cilio a protiettarsi per prima avanti (11-3 al 5′). Busto reagisce immediatamente e passa in chiusura di frazione con un jumper in lunetta di Arui (4/8 da 2, 1/11 da 3, 4/8 in lunetta, 6 subiti). Sull’onda positiva del sorpasso, in avvio di seconda frazione Busto prova ad andare, grazie soprattutto a un Portaluppi (8/13 da 2, 10 rimbalzi, 4 subiti) pimpante. Il vantaggio diventa presto in doppia cifra, fino al 22-32 del 17′, quello che sarà il massimo margine ospite di tutta la gara.  La gara torna però a girare in un attimo: Lanzi prende per mano Rovello ed è il protagonista principale (10 punti in 3′) nel 15-4 che rimanda avanti i comaschi all’intervallo lungo (37-36 al 20′). 
Il primo dei pickandpop che permettono a Barbisan di andare a segno dalla lunga distanza vale il +4 rovellese del 24′, poi, con Azzimonti sorvegliato speciale della difesa di coach Cilio e Arui con le polveri bagnate, tocca a Preatoni (2/4 da 2, 3/11 da 3, 3/4 in lunetta), a Borsani (5/8 dal campo, 2 assist) e ancora a Portaluppi rimettere la freccia: 49-53 al 30′ con un libero finale di Ramazzina. La gara però si decide in avvio di quarta frazione quando Rovello mette a segno tutte le conclusioni tentate dalla lunga distanza: Lanzi, Barbisan due volte, ancora l’mvp Lanzi e Bosa. Cinque su cinque da tre per il 64-60 del 34′ che tre giri di lancetta dopo diventerà addirittura +9 per i padroni di casa, con l’Hydrotherm incapace di reagire. Non basterà il tardivo ridestarsi di Arui – 6 punti in tre azioni – e il recupero di Preatoni dopo canestro fatto a 30″ dalla fine sul -2. L’1/2 in lunetta del “diez” bustocco a -26″ concede a Rovello di andare ancora in lunetta per il fallo sistematico e di chiuderla così a gioco fermo grazie ai 2/2 di Lanzi e di Pessina.

«Questa trasferta – commenta coach Gianni Nava a fine partita – ricorda molto quella di Voghera. Ci è mancata un po’ di maturità e di capacità di gestire i momenti cruciali: dobbiamo imparare a farlo se vogliamo fare un finale di stagione diverso. Abbiamo concesso canestri agli avversari senza riuscire ad arginare le loro caratteristiche migliori, ne abbiamo presi altri allo scadere dei 24″ sotto l’anello. Paghiamo un po’ le percentuali e qualche errore di troppo nell’ultimo quarto, cosa che ci ha mandato sotto e poi costretto a ricorrere al fallo sistematico. Da un lato sono comunque soddisfatto, perché i ragazzi hanno comunque fatto una prestazione solida, ma dall’altra c’è il rammarico di essere un po’ corti e non sempre così lucidi». 

IL PROGRAMMA (12° turno): Rovello-HYDROTHERM BUSTO 76-74, Voghera-Casorate, Vittuone-Daverio, Buccinasco-Luino, Lentate-Cassano, Milano3-Castronno, Robbio-Boffalora, Cantù-Legnano.
LA CLASSIFICA: Cantù 18; HYDROTHERM BUSTO*, Lentate 16; Voghera, Luino 14; Boffalora, Robbio, Rovello* 14; Buccinasco 12; Daverio, Castronno 10; Milano3, Casorate 8; Cassano 6; Legnano 4; Vittuone 0. (* = 1 gara in più)