Hydrotherm Busto Arsizio-Aironi Robbio 80-62 (21-16; 35-35; 53-47)
HYDROTHERM: Borsoni 7, Arui 17, Preatoni 8, Crespi ne, Azzimonti 32, Badalotti ne, Ramazzina, Portaluppi 6, Gambaro 8, Marghella ne, Ferrario 2. All. Nava
ROBBIO: Gallina 10, Ilic 3, Colombo 10, Loughlimi 5, Campana 7, Ratti, Di Paola 6, Ferrara ne, Buzzin 12, Kam 9. All. Sguazzotti.

BUSTO ARSIZIO – PalaDrago inviolato nel 2017. Un anno senza sconfitte davanti al pubblico amico per un’Hydrotherm che, con quella con Robbio, allunga e chiude a quota diciotto la serie di vittorie – 28 quelle consecutive – sul campo di via per Samarate nel corso degli ultimi dodici mesi. Dopo il pomeriggio dedicato al settore giovanile, con tutti i ragazzi di minibasket e categorie under del Basket Busto Arsizio a sfilare sulle assi del PalaDrago – la vittoria più bella per tutta la società presieduta da Fabio Ferrarini – , si fa festa anche in serata con la bella prestazione della prima squadra, opposta all’insidiosissima Robbio. La squadra di Gianni Nava, come già successo diverse volte, viene fuori alla distanza e, con un Edo Azzimonti in formato extra-lusso (25 nella ripresa; 7/13 da 2, 5/6 da 3, 3/3 ai liberi, 13 rimbalzi, 5 subiti, 39 di valutazione), in campo nonostante gli acciacchi, schianta gli Aironi.  

Qualche fiondata di Preatoni (1/2 da 2, 2/7 da 3, 4 rimbalzi, 4 assist, 1 stoppata), le zingarate di Arui (7/8 da 2, 1/7 da 3, 7 rimbalzi, 5 assist, 5 recuperi) e una “reverse” di Borsani (3/6 da 2) danno ai padroni di casa il primo vantaggio consistente della partita (21-13 al 9′), ma i ragazzi di Roberto Sguazzotti rispondono con le fiondate dall’arco di Gallina, Buzzin, Luoghlimi e Colombo e passano a condurre (28-29 al 16′). La prima tripla di Azzimonti permette a Busto di chiudere il primo tempo in perfetta parità. 
Una schiacciata di un però opaco Kam, ben arginato dalla difesa di casa, vale il massimo vantaggio lomellino (35-39 al 22′), poi il numero 13 bustocco inizia il suo show, andando a segno due volte consecutivamente dall’arco, sfruttando un pick and pop con Arui e l’eccessiva libertà concessa dalla difesa ospite. Ultimi barlumi di Robbio (41-44 al 25′), poi è un monologo biancorossoblù. Azzimonti fa la voce grossa anche dentro l’area, non facendosi intimorire da Di Paola e andando a segno con puntualità svizzera, ma tutti sanno portare il proprio contributo; Portaluppi (2/9 dal campo, 8 rimbalzi) mette energia su ambo i fronti, Preatoni infila la tripla del sorpasso – quello definitivo – e smista due pregevoli assistenze, Gambaro (4/9 dal campo, 16 rimbalzi, 2 stoppate) allunga fino al +8 (53-45 al 29′). E poi ancora tanto Edo, che riesce a crescere ulteriormente, mettendone a segno 15 nel solo ultimo quarto e raccogliendo la meritata standin-ovation del PalaDrago a 1′ dalla fine, non prima di aver infilato altre due triple, quelle che, dal 69-58 del 38′, servono a dare ancor più consistenza alla vittoria dell’Hydrotherm contro una diretta concorrente per le posizioni che contano. 

“Prima della partita – commenta coach Gianni Nava dopo la vittoria con Robbio – ho spiegato ai ragazzi che ci sono dei momenti in una stagione che sono importanti, non tanto per i due punti ma più che altro perché ti dicono a che punto sei arrivato. Nei primi due quarti, complici alcuni errori e non essendo pungenti in difesa come vorrei io, non abbiamo prodotto la pallacanestro che ci piace fare: abbiamo sbagliato i ritmi e non siamo mai riusciti a correre. Nella ripresa siamo stati bravi ad alzare il ritmo e a muovere la palla, facendo poi anche canestro da fuori grazie a Edo Azzimonti, costringendo gli avversari ad aprirsi e a creare spazi per tutti. Ancora una volta, poi, abbiamo offerto una prestazione maiuscola in difesa e, nella ripresa, a livello fisico, siamo decisamente emersi. Fa piacere chiudere questo 2017 imbattuti in casa. Dobbiamo però portare queste “certezze” anche in trasferta dove, non sempre, riusciamo a giocare la nostra pallacanestro”.

Il prossimo impegno, l’ultimo prima delle vacanze natalizie, sarà quello di venerdì 22 dicembre a Lentate sul Seveso contro quella Groane sconfitta ieri a Daverio con cui ora l’Hydrotherm condivide la seconda posizione.  

I RISULTATI: Luino-Voghera 69-67, Cassano-Mi3 72-81, Castronno-Buccinasco 71-81, Boffa-Rovello 89-86, Legnano-Vittuone 70-66, Daverio-Lentate 63-54, HYDROTHERM BUSTO-Robbio 80-62, Casorate-Cantù 59-92. 
LA CLASSIFICA: Cantù 22; BUSTO, Lentate 18; Luino, Boffa, Robbio, Buccinasco 16; Voghera,Rovello 14; Castronno, Daverio 12; Mi3, Casorate 10; Cassano, Legnano 6; Vittuone 2.