L’estate sta finendo, cantavano i Righeira. E un anno sta per cominciare, diciamo noi. La stagione 2019/20, infatti, è alle porte. E se per la prima squadra ci sarà da consolidarsi in C Gold, anche per tutti i ragazzi del settore giovanile, under e minibasket, sarà un’altra annata importante nel percorso di crescita, a livello cestistico ma anche personale. 

L’appuntamento più importante del primo scorcio di stagione per i nostri ragazzi sarà rappresentato dal City Camp che dal 2 al 10 settembre terrà impegnati i piccoli atleti (nati dal 2008 al 2012) che vanno dal 2008 al 2012 nella palestra e negli spazi della scuola Galileo Galilei di Busto Arsizio (via Quadrelli, angolo via Poma). Per iscrizioni contattare la responsabile Emanuela Cosentino al 3470514383. 
Questo evento amplia ulteriormente l’offerta che proponiamo ai nostri mini-giocatori, già impegnati nel corso dell’estate nel proficuo camp che il Basket Busto Arsizio ha organizzato nella bella cornice di Ovada – la stessa che a inizio settembre ospiterà la prima squadra per un mini-ritiro – nel corso dell’estate. 

Un’esperienza magica per tutti, a partire dai ragazzi e per cui la nostra società, nella persona del presidente Fabio Ferrarini, ringrazia tutti colori i quali l’hanno resa possibile. 
“Mi sento di ringraziare di tutto cuore – commenta il nostro numero uno – il centro sportivo Geirino di Ovada, lo staff del ristorante che non ha fatto mai mancare nulla ai nostri ragazzi, l’ostello che ci ha ospitati, nella persona di Irene che ha sopportato qualunque nostra preoccupazione, il numero uno Andreas Brignoli che si è reso disponibile nell’allenare i nostri ragazzi e nell’aiutarci con l’organizzazione delle attività del camp sui campi.
Un sentito ringraziamento  anche alla nostra squadra, ovvero gli istruttori che hanno reso possibile tutto ciò, da Emanuela Cosentino, la nostra responsabile minibasket affiancata da Luca Pintus, Fabio Pessotto, Marco Bulgheroni e Massimiliano Colombo.
Sono molto orgoglioso del lavoro fatto e sono sicuro che, visto l’ottima esperienza, l’anno prossimo avremo una partecipazione ancora più numerosa”.

A questo link un bel video con le immagini più significative del camp di Ovada: 
https://youtu.be/-4aOF1B_DKM