L’Hydrotherm Busto Arsizio ed Engin Atsür si ritrovano. …o forse non si sono mai lasciati.
E’ stata affissa al termine dell’allenamento di stasera, martedì 17 settembre, la firma di un matrimonio che tutti noi appassionati bustocchi di pallacanestro ci auspicavamo dalla scorsa primavera. 

Scelta di cuore quella della stella turca, che ha preferito declinare diverse proposte logisticamente piú comode – ora abita a Monza insieme alla moglie Floortje Meijners, ora giocatrice della ProVictoria, e al piccolo Felip – pur di abbracciare per la seconda stagione consecutiva il progetto della società del “pres” Fabio Ferrarini.

Felicissimo il giocatore di aver riscoperto un ambiente per lui perfetto, anche nell’ottica della gestione familiare. Entusiasta la dirigenza e lo staff tecnico che ora potranno contare su una straordinaria risorsa che coach Gianni Nava avrà il compito di inserire negli equilibri di una squadra già di per sé molto intrigante. 

Un ruolo determinante nella trattativa lo ha sicuramente avuto il nuovo team manager Alessandro Bonicalzi, che inizia così con il botto il suo fresco incarico al fianco della prima squadra.

Un curriculum che non servirebbe ripetere ma che ricordiamo ai più disattenti: 
Engin, nato a Istanbul il 2 aprile 1984, ha al proprio attivo un curriculum di livello europeo, con esperienze in tre dei maggiori campionati nazionali continentali (turco, italiano e tedesco); ha anche vestito la maglia della Turchia anche in occasione di Euro2007 e Euro2009, vincendo il bronzo ai Giochi del Mediterraneo 2009; con i club, invece, può fregiarsi di due campionati turchi. Dopo aver completato il proprio percorso universitario negli Stati Uniti (quattro anni a North Carolina State: con i Wolfpack ha viaggiato ha circa 10 punti di media complessivi, 11.3 nell’ultimo campionato dei college a stelle e strisce), ha iniziato il suo percorso europeo, partendo proprio dall’Italia e più precisamente da Treviso. Dopo una stagione in maglia Benetton, è tornato in patria, giocando per l’Efes Pilsen, il Besiktas, il Fenerbache, il Galatasaray e ancora il Besiktas. Un anno in Germania all’Alba Berlino (7.7 punti, 2.7 assist e 1.5 rimbalzi) e poi il ritorno in Italia. Nel 2017/18, infatti, ha giocato in serie A1 nell’Upea Capo d’Orlando (8.2 punti, 3.3 assist, 2.6 rimbalzi in 26′), risultando uno dei migliori nella seppur sfortunata stagione dei siciliani; nelle ultime due gare di regular-season, quando la squadra allenata da Andrea Mazzon si stava ancora giocando la permanenza nella massima serie, ha totalizzato 17 e 18 punti a referto. 72 presenze nelle coppe europee, 22 punti messi a segno in Eurolega.
Poi, nel novembre 2018, l’approdo a Busto; Engin ha chiuso la scorsa C Gold con 20,6 punti (48% da 2, 40% da 3 e 86% in lunetta) in 19 presenze, condite da 4,4 rimbalzi e 4,3 assist

Salvo imprevisti “Gino” esordirà nel torneo di Saronno venerdì sera (20 settembre) contro Lissone. Palla a due alle ore 20.30 nella palestra del Centro Ronchi. 

Ufficio stampa Basket Busto Arsizio