Hydrotherm Busto Arsizio-Rovello Porro 82-74 (14-23; 31-42; 54-57)
BUSTO: Atsur 19, Vai 19, Novati 2, Grampa 11, Chiesa, Azzimonti 3, Tagliabue ne, De Franco F. 18, Ferrario 2, De Franco R. 5. All. Nava.
ROVELLO: Tomaselli 2, Galbusera, Meroni, Romei G. 3, Tornari 7, Terraneo, Romei A. 7, Barbisan 24, Bosa 20, Borsani 2, Villa 9, Marinoni. All Benassi.
SARONNO – L’Hydrotherm chiude terza il Memorial Mariotti. I biancorossoblù battono Rovello con un pimpantissimo ultimo quarto e chiudono sul podio la kermesse saronnese, ultima uscita prestagionale prima dell’inizio del campionato che avverrà sabato 28 (ore 18) a Legnano (via Parma). Senza Croci e Fedrigo, le cui assenze si aggiungono a quelle di Tagliabue e del giovane Caggiano, Busto, come avvenuto in semifinale con Lissone, parte ancora un po’ in sordina ma rimane comunque agganciata a Bosa e compagni. L’aggancio in avvio di ultima frazione a quota 57 con un gioco da tre punti di Federico De Franco, poi il sorpasso che arriva per mano di Vai (soluzione personale dopo rimbalzo offensivo) e ancora del “Tank”. L’intensità difensiva dei bustocchi sale di livello, sfilaccia le trame offensive dei ragazzi di Benassi e produce tante buone soluzioni in attacco. L’highlight della gara è una transizione nata da un rimbalzo di Novati, apertura per Grampa che, con un assist dietro la schiena, permette ad Atsur di segnare un comodo layup che vale il +13, un vantaggio che a 160” dalla fine, diventa incolmabile per Rovello. La formazione avversaria prova a rientrare, tocca il -4 nell’ultimo giro di lancetta, ma poi viene respinta defintivamente da un canestro di Grampa.
«Di questo torneo – commenta coach Gianni Nava – dobbiamo prenderci solo l’unico quarto e mezzo di oggi, quando abbiamo difeso, giocato di squadra, provando a fare le nostre cose, ognuno per sé e anche per gli altri. E’ l’unica positiva del weekend a Saronno, dobbiamo mettere da parte personalismi e altri aspetti, tenendoci caro quanto profuso da chi ha giocato i quindici minuti finali della gara con Rovello».