Hydrotherm Busto Arsizio-Gorla Cantù 65-57 (12-16; 23-37; 44-45)
BUSTO: De Franco F. 6, Grampa 10, Croci 8, Caggiano, Azzimonti 3, Atsur 26, De Franco R. ne, Vai 3, Ferrario, Novati 2, Chiesa ne. All. Nava.
CANTU’: Arienti 22, Lanzi 5, Carpani 2, Ronchetti 6, Molteni 6, Ballarate 8, Caglio 4, Di Giuliomaria 1, Bresolin ne, Olgiati, Scuratti 1, Marazzi 2. All. Borghi, Vice All. Di Giuliomaria, Costacurta.

BUSTO ARSIZIO – Rimonta vincente per l’Hydrotherm. Dopo un primo tempo più che opaco, la squadra di coach Gianni Nava disputa un secondo tempo diametralmente opposto ai 20′ d’apertura e ribalta una gara che fino al riposo lungo sembrava comodamente nelle mani di Cantù. Appena 23 punti alla boa di metà incontro e un pesante -14 (anche -15 al 19′) che non faceva presagire nulla di buono. E invece, dopo aver riannodato le idee e cambiato volto, Azzimonti e compagni si producono in una rimonta che ha del miracoloso. Aggancio sostanzialmente completato già nel terzo quarto (44-45 al 30′, primo sorpasso firmato Vai al 29′), ultima frazione in cui l’inerzia non cambia nonostante un minibreak ospite a cavallo dell’ultima mini-pausa. Dal 48-49 del 34′, i biancorossoblù piazzano un 11-2 che indirizza la gara e permette a Busto di bissare il successo dell’esordio ottenuto in quel di Legnano.

“E’ stata – commenta a fine match coach Gianni Nava – la classica partita dai due volti. Nei primi due quarti abbiamo avuto un brutto atteggiamento, siamo stati svogliati in difesa, molli; anche quel poco di buono che siamo stati capaci di fare in attacco l’abbiamo sprecato con un paio di palle perse e tiri aperti sbagliati. Nella ripresa siamo scesi in campo con una faccia diversa e un atteggiamento opposto. Palle recuperate, canestri in contropiede, rimbalzi, ritmo in attacco, intensità: è sempre questo che fa la differenza. Da questa partita, di positivo, ovviamente incameriamo il secondo tempo: questi 20′ ci devono insegnare che le partite vanno giocate per intero e che dobbiamo avere cattiveria agonistica e mettere intensità per tutto il corso dei 40′, cosa che al momento ancora non riusciamo a proporre.

Siamo stati bravi in carreggiata, anche grazie all’apporto del nostro pubblico, ma è una pratica pericolosa. Dobbiamo imparare ad avere più continuità se vogliamo essere una squadra forte, con ambizioni.

Individualmente da sottolineare la prova difensiva di Grampa, l’unico a dare qualcosa nei primi due quarti e che nella ripresa è stato bravissimo. Sono poi contento che Tagliabue riesca a giocare sempre più minuti e stia ritrovando la forma migliore”.

Martedì la squadra sosterrà un’amichevole contro Oleggio e tornerà in campo in gara ufficiale sabato 12 ottobre alle 21 sul campo di Cermenate.

RISULTATI (2° turno): Calolziocorte-Nerviano 76-81; Rovello-Busnago 73-68; Cermenate-Legnano 66-72; Mortara-Saronno 84-94; Lissone-Valceresio 76-49; Desio-Gallarate 78-69; Hydrotherm Busto-Cantù 65-57.
CLASSIFICA: Lissone, Rovello, Saronno, Hydrotherm Busto 4; Gazzada*, Desio, Busnago, Legnano, Gallarate, Nerviano 2; Cermenate*, Calolziocorte, Mortara, Cantù, Valceresio 0.