L’avversario più ricorrente degli ultimi due anni torna al PalaDrago. Domenica 6 ottobre, alle ore 18, sarà Cantù la prima avversaria interna di questa stagione 2019/20 per l’Hydrotherm. Nelle ultime stagioni brianzoli e bustocchi si sono affrontati quattro volte, visto che furono l’una di fronte all’altra anche nel torneo di C Silver 2017/18, quello chiuso per entrambe con la promozione via playoff. E se in quel campionato, il PGC ebbe la meglio in ambo le occasioni, interrompendo tra l’altro la lunghissima imbattibiità dell’impianto di via per Samarate, nell’ultima C Gold il bilancio fu di un successo per parte; nella volata che valeva l’ultimo posto per la poule promozione, la squadra di coach Gianni Nava si tenne dietro proprio Cantù. Sulla panchina canturina siede ancora Sergio Borghi; a fargli da vice, dopo aver appeso le scarpe al chiodo, anche il lungo ex A1 Chrstian Di Giuliomaria, che sarà così tecnico del figlio. All’esordio, mentre l’Hydrotherm espugnava brillantemente il campo di Legnano, il Gorle cadeva in casa per mano di Lissone.”Cantù – spiega il tecnico dell’Hydrotherm – ha un roster ricco di giovani under 18 di talento, i migliori del gruppo 2002 e 2003, affiancati da alcuni senior di categoria come il play-guardia Carpani (19 punti nello sfortunato esordio contro Lissone), il tiratore Ballarate e il centro Scuratti (6 punti e 7 rimbalzi alla prima di campionato). Per quel che ci riguarda, dobbiamo purtroppo segnalare l’infortunio al polpaccio di Fedrigo che lo rende indisponibile per domenica.”Arbitreranno i mantovani Alberto Purrone di San Giorgio di Mantova e Giacomo Vincenzi di Curtatone.