Hydrotherm Busto Arsizio-Atena Rovello Porro 75-69 d1ts (18-13; 34-24; 39-39; 58-58)
BUSTO: De Franco F. 16, Grampa 5, Croci 8, Caggiano, Azzimonti ne, Atsur 22, Tagliabue 4, De Franco R. 2, Vai 9, Ferrario ne, Novati 9, Chiesa ne. All. Nava.
ROVELLO: Tomaselli 1, Meroni, Romei G. 7, Tornari 8, Romei A. 16, Donegà, Barbisan 19, Rampolfi ne, Bosa 15, Borsani 3, Villa. All. Bonassi.

BUSTO ARSIZIO – Hydrotherm solitaria in vetta. I biancorossoblù ottengono la quarta vittoria dall’inizio della stagione al termine dell’ennesima battaglia terminata solo dopo un supplementare. Rovello, lo si sapeva, è una squadra tosta, che in questo primo scorcio di campionato aveva ampiamente dimostrato di poter essere una neopromossa atipica, subito degna di tenere il passo delle migliori della serie C Gold. Non a caso la squadra di coach Bonassi arrivava da tre successi in altrettante uscite ed è stata capace di non mollare mai, anche quando la gara sembrava aver preso la direzione di Busto.

Il primo tentativo di fuga di Azzimonti (costretto a fare il tifo dalla panchina come Fedrigo) e compagni arriva subito, con un Federico De Franco subito capace di farsi rispettare nel pitturato e con le pregevoli iniziative di Novati e Atsur. Sull’8-0 dopo 2’48”, la panchina ospite è subito costretta a chiamare timeout. Rovello entra in corsa, ma è sempre Busto a fare l’andatura, arrivando fino al 18-11 confezionato da un gioco da tre punti di Grampa e un centro acrobatico di Croci (18-11 al 9′). Pur sbagliando qualche canestro di troppo ad alta percentuale e anche quando va a pescare dalla panchina, mandando in campo gli under Caggiano e Riccardo De Franco (primo canestro in C Gold al 19′), Busto riesce a mantenere alto il vantaggio (34-24 al 20′).

La ripresa, però, offre una versione completamente sterile della squadra di Gianni Nava, incapace di andare a segno per quasi i primi 8′ del terzo quarto. Nel frattempo Rovello si è riportata in scia e ha addirittura sorpassato con una tripla di tabella di Tornari (34-36 al 27′). Ci pensa Novati – tripla in transizione con “dai e vai” con Croci – a togliere il tappo dal canestro di casa, poi Barbisan risponde a Federico De Franco per fissare il punteggio sulla perfetta parità della terza sirena (39-39 al 30′).

Nell’ultimo quarto le due formazioni si danno spesso il cambio al vertice. Si entra nel rettifilo finale con un dardo dall’arco di Tornari che vale il +3 ospite (52-55 al 37′), ma Atsur pareggia. 56-56 al 39′, “Gino” firma dal palleggio il vantaggio interno, Agostino Romei impatta e Rovello avrebbe anche la possibilità di vincere ma fallisce l’ultimo possesso.

Fortunatamente l’overtime è “tutto” di marca bustocca, seppur il vantaggio interno sia solo di 3 lunghezze quando si entra nell’ultimo giro di lancetta (70-67 al 44′). Un libero di Vai e un contropiede “corale” finalizzato da Croci (73-67 a -38”), Tornari fa canestro immediato ma fallisce il libero aggiuntivo (73-69 a -32”), mentre sul fronte opposto Atsur non trema a gioco fermo e infila i due liberi della definitiva sicurezza.

Busto festeggia con il proprio pubblico e rimane così l’unica squadra imbattuta dell’intero girone Ovest.

Prossimo appuntamento fissato per sabato sera a Mortara per affrontare il Basket Team Enrico Battaglia, alle ore 21 al PalaGuglieri di via Ciniselli.

A questo link trovate la video-intervista a coach Gianni Nava:
https://www.facebook.com/basketbustoarsizio/posts/2535902593134793

RISULTATI: Busnago-Cantù 78-82; Gallarate-Legnano 61-69; Lissone-Calolziocorte 73-47; Valceresio-Mortara 73-78; Desio-Gazzada 82-69; HYDROTHERM BUSTO-Rovello 75-69; Nerviano-Cermenate 66-84; riposa Saronno.

CLASSIFICA: HYDROTHERM BUSTO 8; Lissone, Rovello 6; Saronno*, Desio*, Gazzada*, Legnano, Gallarate, Mortara, Cantù, Nerviano 4; Cermenate*, Busnago 2; Calolziocorte, Valceresio 0.