Carpe Diem Calolziocorte-Hydrotherm Busto Arsizio 73-82 (17-18; 37-42; 54-66)
CALOLZIO: Zambelli 9, Meroni 12, Bonacina 11, Floreano 9, Perego 3, Pirovano 2, Ferrario M. 10, Rusconi 13, Allevi 4, Galli ne, Porro. All.
BUSTO: De Franco F. 7, Atsur 24, Tagliabue 6, Vai 22, Novati 2, Grampa 7, Croci 11, Caggiano, Azzimonti 3, De Franco R., Fedrigo ne, Ferrario ne. All. Nava.

OLGINATE – Due punti non banali per l’Hydrotherm. La squadra di Gianni Nava, pur senza strafare, fa bottino sul campo del fanalino di coda Calolziocorte e rimane in vetta alla classifica, insieme a Saronno e Lissone. In un turno in cui si muovono tutte le prime sei della graduatoria, Busto non poteva farsi sfuggire l’occasione, seppur in trasferta, di staccare un referto rosa contro l’ancora al palo Carpe Diem.

I biancorossoblù stentano a decollare nel primo tempo e la gara rimane avvincente fino all’intervallo e oltre. Otto volte le due squadre si danno il cambio al comando fino al 20′. 1-6 firmato interamente Atsur negli ultimi 3′ del secondo quarto per il +5 di metà contesa, massimo vantaggio ospite della gara fino a quel momento; poi, nei primi scorci di ripresa, Allevi e Rusconi riportano Calolzio avanti (43-42 al 23′). Ma Busto non si spaventa, soprattutto grazie a un Atsur chirirgico, che firma i punti decisivi del definitivo controsorpasso; la fuga è successivamente alimentata da De Franco e Croci (47-61 al 27′) e il finale non crea grossi grattacapi ad Azzimonti e compagni.

“Non è mai facile affrontare squadre a zero punti – commenta coach Gianni Nava – perché il rischio è quello di non approcciare il match nella maniera giusta. Da questo punto di vista la difficoltà si è palesata nel primo tempo, dove abbiamo lavorato bene in attacco, ma non siamo stati sufficientemente “duri” in difesa. Ho cercato di dare rotazioni ampie e largo spazio ai giovani, che per la verità potevano fare meglio, ma non gli mancheranno le occasioni per rifarsi. Dopo la chiacchierata nello spogliatoio all’intervallo, siamo rientrati in campo con il piglio giusto e abbiamo fatto il break decisivo. Vorrei sottolineare la prestazione di Vai sia in attacco, che in difesa. Poi Atsur è sempre un giocatore di altra categoria, e lo ha dimostrato segnando 24 punti senza che nessuno se ne accorgesse e, soprattutto, nei momenti decisivi. Ottimo è stato anche “puma” Novati, che in 20’ di gioco, pur facendo e segnando un solo tiro dal campo, ha un plus/minus di +18, sintomatico di come lui sappia essere importante per la squadra sotto tanti punti di vista. Infine direi che è stato decisivo Croci, che, nel ruolo di 4 tattico, ci ha ribaltato la partita nel terzo periodo. Ci prendiamo questa vittoria e guardiamo avanti per il prosieguo della stagione”.

L’Hydrotherm tornerà in campo domenica 1 dicembre alle 18, sulle assi amiche del PalaDrago, per affrontare la temibilissima Desio.

I RISULTATI (9°turno): Legnano-Valceresio 75-49; Gazzada-Battaglia 72-77; Desio-Cermenate 71-64; Lissone-Rovello 76-70; Saronno-Cantù 81-77; Gallarate-Busnago 84-52; Calolziocorte-HYDROTHERM BUSTO 73-82.
LA CLASSIFICA: HYDROTHERM BUSTO*, Saronno*, Lissone 14; Desio*, Gallarate*, Mortara 12; Rovello 10; Nerviano*, Cantù, Legnano 8; Gazzada* 6; Cermenate*, Busnago* 4; Valceresio*, Calolziocorte 0.