Rovello Porro-Hydrotherm Busto Arsizio 74-84 (25-23; 46-41; 57-61)
ROVELLO: Tomaselli, Bosa 18, Romei G. 3, Romei A. 4, Villa 15, Meroni 8, Terraneo 8, Donegà 2, Barbisan 5, Rampoldi 8, Ronchetti, Borsani 3. All. Bonassi.
BUSTO: Novati 2, Grampa 17, Atsur 13, Azzimonti 21, Tagliabue 6, Caggiano, Vai 15, Croci, R. De Franco, F. De Franco ne, Fedrigo 10. All. Nava.

Busto espugna Rovello con il “graffio” del capitano. Messi da parte gli acciacchi – si spera non solo per una sera – , Edo Azzimonti ispira la vittoria dei biancorossoblù contro la squadra di coach Bonassi: l’Hydrotherm chiude il trittico lariano con un successo che fa il paio con quello su Cermenate e conserva la testa della classifica insieme a Lissone. Al team di Gianni Nava basta un tempo, il secondo, per mettere a segno un importante raid esterno.

Si comincia subito lanciando in quintetto i rientranti Azzimonti e Atsur. Primi scampo di gara a fasi alterne (8-2 al 3′, 9-15 al 5′), poi piano piano sono i padroni di casa a prendere il comando delle operazioni (26-23 al 10′) e a provare l’allungo in avvio di seconda frazione, toccando il +7 al 15′ e addirittura il +14 a due giri di lancetta dall’intervallo lungo. Anche in questo caso, come in tutte le altre situazioni simili capitate durante il corso di questa stagione 2019/20, i biancorossoblù si svegliano d’improvviso, firmando uno 0-9 che rende decisamente più accessibile lo svantaggio a metà percorso (46-41 al 20′). Con un ritrovato Atsur, l’Hydrotherm mette insieme uno 0-14 a cavallo del riposo che vale un insperato aggancio (46-46 al 22′), almeno per quanto riguarda le tempistiche. L’attacco continua a girare, la difesa concede appena 11 punti in 12′ (57-61 al 30′); nell’ultimo quarto è ancora una volta una fiammata di Fedrigo a dare lo strappo decisivo.

“Dopo una bella partenza – spiega coach Gianni Nava – abbiamo mollato in difesa, finendo anche a -14. Poi però abbiamo cambiato marcia e nella ripresa siamo entrati con la faccia giusta, passando in vantaggio e poi firmando il break decisivo al 35’. Bella prestazione dei rientranti Azzimonti e Atsur, finalmente in campo dopo i problemi fisici. Il capitano è stato sul parquet con un ottimo atteggiamento, anche in difesa e a rimbalzo, mentre Engin si è messo al servizio della squadra. Dobbiamo imparare ad essere un pò più cattivi dietro e più continui nei 40’. Bene la distribuzione dei punti, con cinque giocatori in doppia cifra”.

I RISULTATI (19°turno): Gazzada-Desio 49-66; Mortara-Valceresio 85-59; Cermenate-Nerviano 81-72; Calolziocorte-Lissone 67-86; Cantù-Busnago 85-69; Legnano-Gallarate 61-70; Rovello-BUSTO 74-84; riposa Saronno.
LA CLASSIFICA: HYDROTHERM BUSTO, Lissone 30; Saronno* 26; Desio*, Gallarate 24; Mortara 22; Cantù, Legnano, Nerviano 18; Rovello 16; Cermenate*, Gazzada* 12; Busnago 8; Valceresio, Calolziocorte 4. (* = una gara in meno).