Non la partita decisiva ma sicuramente uno scontro che darà un importante vantaggio in vista della volata finale: Lissone-Busto (sabato 22 febbraio, ore 21 nell’impianto di via Caravaggio) è ovviamente il match più importante del ventunesimo turno: prima contro prima, non potrebbe essere così.

La co-capolista arriva da quattro successi consecutivi, ottenuti dopo il passo falso con Cantù. La striscia bustocca giunge a tre, con medesimo “carnefice” una settimana più tardi rispetto a Lissone.

All’andata, al PalaDrago, finì 79-74 per i padroni di casa: ripetersi vorrebbe dire riuscire anche a ottenere il 2-0 negli scontri diretti e costringere Lissone a vincere due partite in più rispetto a Busto da qui a fine regular season.

“Lissone – commenta coach Gianni Nava – é una squadra molto solida, che gioca un’ottima pallacanestro e che ha nel suo roster giocatori di categoria nettamente superiore come il play Marinò (17.3 punti col 40% da tre e 5,2 assist a partita in 34′ di utilizzo medio) e l’ala Fiorito (15.2 punti di media a gara col 50% nel tiro dalla lunga distanza). Completano il quintetto le guardia Meregalli (quasi 10 punti di media a partita), l’ala Tedeschi e il centro Collini; dalla panchina escono il play/guardia Meroni, l’ala Aliprandi (12.3 punti a partita col 52% nel tiro da tre in 24′ medio) e la guardia Ruzzon.
Per quel che ci riguarda ancora indisponibile Caggiano per la forte scavigliata subita due settimane fa”.

Arbitreranno Matteo Rossini di e Manerbio e Adriano Fiannaca di Pavia.

IL PROGRAMMA (21°turno): Legnano-Cantù, Lissone-HYDROTHERM BUSTO, Saronno-Valceresio, Mortara-Cermenate, Gazzada-Busnago, Desio-Nerviano, Calolziocorte-Rovello, riposa Gallarate. LA CLASSIFICA: HYDROTHERM BUSTO, Lissone 32; Saronno* 28; Desio*, Gallarate 26; Mortara 22; Nerviano 20; Cantù, Legnano 18; Rovello 16; Cermenate* 14; Gazzada* 12; Busnago 8; Valceresio*, Calolziocorte 4. (* = una gara in meno).