Galvi Lissone-Hydrotherm Busto Arsizio 98-91 (35-29; 56-45; 79-65 )
LISSONE: Marinò 13, Meregalli 8, Tedeschi 5, Fiorito 27, Collini 4, Sambruna ne, Ruzzon 14, Meroni 23, Morandi, Aliprandi 2, Ventura 2, De Piccoli. All. Fumagalli.
BUSTO: Novati 10, Grampa 13, Atsur 17, Azzimonti 20, De Franco F. 8, Chiesa ne, Vai 7, Croci 10, De Franco R. ne, Fedrigo 5, Tagliabue 1. All. Nava.

LISSONE – Una gragnola di triple si abbatte sulla Hydrotherm. Lissone fa proprio lo scontro al vertice grazie a una incredibile serata dall’arco dei 6,75 e diventa la capolista solitaria del Girone Ovest. Nulla da fare per i ragazzi di Gianni Nava, costretti ad arrendersi al 60% da tre (accompagnato dal 62% da dentro l’area) dei padroni di casa. I biancoblù provano fino in fondo a risalire e almeno a salvare la differenza canestri (+5 bustocco all’andata) ma si arrendono proprio all’ultima azione.
Si complica così la strada verso il primo posto finale e si riavvicinano le inseguitrici, tutte a segno (quelle scese in campo vista la sospensione delle gare della domenica per l’emergenza coronavirus). La regular-season è ancora lunga: mancano nove giornate al termine, otto gare per Busto che dovrà ancora osservare il turno di riposo.

Dopo l’iniziale vantaggio ospite, grazie al tandem tutto bustocco Grampa-Azzimonti, la squadra di Fumagalli pigia subito il tastino “on fire” e, dopo aver pareggiato a quota 19, andando a centro 8 volte dall’arco sui 9 tentativi riesce a chiudere il primo quarto addirittura a quota 35 (35-29 al 10′). L’Hydrotherm prova a rimanere a contatto, con gli sforzi di Tagliabue e Vai, ma il duo Meroni-Fiorito è il turbo per Lissone che, prima di essere riacciuffata, riesce a trovare una nuova fuga e va al riposo lungo con un discreto gruzzolo di punti di vantaggio (56-45 al 20′). Nella ripresa non basta un buon Atsur: i brianzoli dilagano, arrivando a toccare anche il +21 prima della terza sirena (79-65 al 30′) e nuovamente il +20 in apertura di ultima frazione. Il referto rosa diventa praticamente imprendibile ma i biancorossoblù provano fino in fondo a salvare il salvabile, tentando, seppur in maniera vana, fino al 40′ di rientrare sotto i 5 punti di scarto.

“Ci hanno spazzato via con le loro percentuali, facendo canestro in ogni modo – spiega coach Gianni Nava – Paradossalmente siamo stati bravi a riuscire a rimanere lì e a provarci nonostante i ventuno canestri subìti da tre. Dobbiamo ancora crescere ed imparare anche da queste partite”.

I RISULTATI (21°turno): Legnano-Cantù 62-59, Lissone-HYDROTHERM BUSTO 98-91, Saronno-Valceresio 97-72, Mortara-Cermenate rinv., Gazzada-Busnago 87-79, Desio-Nerviano 76-71, Calolziocorte-Rovello rinv., riposa Gallarate. LA CLASSIFICA: Lissone 34; HYDROTHERM BUSTO 32; Saronno* 30; Desio* 28; Gallarate* 26; Mortara* 22; Nerviano, Legnano 20; Cantù 18; Rovello* 16; Cermenate**, Gazzada* 14; Busnago 8; Valceresio*, Calolziocorte* 4. (* = una gara in meno).