A quattordici giorni di distanza, l’AB torna in campo per una gara ufficiale. Rinviato il match interno di settimana scorsa con Gazzada per la positività di alcuni giocatori ospiti (recupero il 12 o il 19 gennaio), sabato sera la squadra di Alberto Mazzetti scenderà in campo al Centro Ronchi di Saronno per affrontare nientepopodimeno che la Robur capolista. Match indubbiamente difficile, più di tutte le altre volte, contro una squadra che non perde da due mesi. L’ultima volta accadde proprio nella gara di andata, in quel netto 81-56 con cui Busto dominò la gara. Da lì in poi gli “amaretti” hanno inanellato otto successi consecutivi, si sono issati davanti a tutti in classifica, rifilando ben 33 punti di scarto anche a Gallarate. Va poi sottolineato che sul campo di Saronno nessuno ha ancora fatto bottino. Rispetto alla gara d’andata, poi, coach Renato Biffi avrà a disposizione Mariani, giocatore “totale” che ha fatto la fortuna dei roburini negli ultimi anni. Insieme al play perugino, ci sarà anche il rientro di Gergati.
Inutile elencare i tanti talenti a disposizione di Saronno, si tratta indubbiamente del roster con il più alto tasso medio di qualità di tutto il raggruppamento.
«Giochiamo contro la prima in classifica – commenta coach Alberto Mazzetti – che in casa è un rullo compressore. La Robur ha a disposizione un roster ottimo, con tantissime rotazioni, ed è un mix tra giocatori di esperienza, Mariani su tutti, e degli under che ormai sono giocatori affermati per questa categoria, unendo l’atipicità e l’atletismo all’ampia conoscenza del campionato.
Dobbiamo imporci di riuscire, fin dalla palla a due, a soffocare la loro corsa, la loro transizione e la capacità che Saronno ha di entrare subito in fiducia. Il nostro obiettivo è di rimanere il più a lungo possibile in partita, che si scontra con la nostra maggior difficoltà attuale, ovvero un approccio non all’altezza come ci è successo ultimamente. Emotivamente, proprio per questo, sarà per noi una bella sfida. Dal punto di vista tecnico c’è poco da dire: affronteremo una squadra forte, ben costruita, con tanti buoni giocatori in tanti ruolo diversi».
Il match di sabato 18 dicembre si disputerà nello storico impianto di via Cristoforo Colombo 44 a Saronno, palla a due alle ore 21. Arbitreranno Angelo Coffetti di Bergamo e Andrea Cazzaniga di Biassono.